La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > > > Riabilitazione stomizzati - Chirurgia Generale - Ambulatorio

Riabilitazione stomizzati - Chirurgia Generale - Ambulatorio


Indirizzo

Via Don Giacobbe Sartor, 4 - 30035 Mirano (Ve)
Edificio 19
Piano: 1°

 

Come accedere all'Ambulatorio Riabilitazione Stomizzati
 

L'ambulatorio si svolge una volta al mese per 4 ore. Non è stato fissato un giorno preciso per consentire una maggiore flessibilità alla gestione della turnistica del personale infermieristico; perciò è necessario chiamare il reparto di degenza (041 579 4351 - 041 579 4365) oppure la Coordinatrice (041 579 4334) per chiedere un appuntamento.
Se il caso lo richiede, l'utente viene preso in carico dall'infermiere di riferimento senza attendere la giornata dedicata all'ambulatorio; l'utente e l'infermiere possono concordare un incontro in base alle esigenze contingenti.
 

Presentazione

 

L'ambulatorio di Riabilitazione Stomizzati nasce nel 1992 nell'Unità Operativa di Chirurgia Presidio Ospedaliero di Noale (D. 991 del 23/09/1994). Attualmente ubicato nell'U.O. di Chirurgia di Mirano.
In applicazione al L.R. del 20/11/2003 n.34 e con Delibera DGR 3638 del 19/11/2004 l'ambulatorio di Riabilitazione Stomizzati è definito come:

  • punto di accoglienza e raccolta dei pazienti portatori di stomia;
  • punto di ascolto delle loro domande;
  • punto di soddisfacimento delle loro esigenze;
  • punto di forza dello stomoterapista;
  • punto di qualità di vita per l'utente stomizzato;
  • punto di collaborazione durante le procedure diagnostiche e collegamento con altri servizi diagnostici;
  • punto di forza per collegamenti e collaborazioni con altre figure professionali per prestazioni scientifiche anche a livello territoriale.

La struttura dispone di una sala visita, un bagno spazioso predisposto per eseguire l'irrigazione, magazzino di riserva per materiale chirurgico e presidi e la modulistica cartacea ed informatica.

L'obiettivo e di soddisfare alcuni bisogni psicologici, affettivi ed economici degli stomizzati e dei pazienti in attesa di stomia. L'assistenza infermieristica mira a far accettare al paziente, attraverso l'informazione e la comunicazione, la sua nuova immagine e, attraverso il corretto impiego dei presidi, a renderlo autonomo nella gestione della sua stomia. Ciò fa si che egli acquisisca una maggiore sicurezza ed autostima, condizione indispensabile per un dinamico e riequilibrato reinserimento nella società.
Altro obiettivo del'attività infermieristica è quello di rendere partecipi i familiari dei pazienti insistendo sulla necessità di una corretta riabilitazione al fine di una miglioramento della qualità della vita del paziente.
L'Ambulatorio Riabilitazione Stomizzati promuove, filtra ed elabora i rapporti degli stomizzati con la realtà circostante, pertanto la sua funzione riabilitativa è contemporaneamente di ricerca e di insegnamento.
 

L'enterostomista in veste di "consulente esperto nel settore stomaterapeutico" ha conoscenze specifiche nel campo dell'educazione e riabilitazione dei pazienti portatori di stomia e con problemi coloproctologici o con disfunzioni del pavimento pelvico. Le richieste possono riguardare:

  • gestione stomale post-operatoria immediata e tardiva;
  • risoluzione di problematiche o complicanze stomali;
  • valutazione protesica;
  • educazione sulla pratica irrigativa trans-stomale;
  • "stoma-care" alla persona e "care-giver".


Staff medico:
dott. F. Cavallari

Enterostomista:
Sig.ra F. Bedon

Personale infermieristico di riferimento:
Sig.ra F. Bedon Sig.ra V. Celegon, Sig.ra G. Scavezzon

 

Documenti scaricabili


 
Ultimo aggiornamento: 26-8-2016
Condividi questa pagina:
 
Ricerca nel sito
ulss3