La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > > > Ricorso giudizio medico competente art. 41, c. 9 D.Lgs. 81/08

Ricorso giudizio medico competente art. 41, c. 9 D.Lgs. 81/08

Le norme di tutela della salute dei lavoratori stabiliscono che gli addetti adibiti a lavorazioni con rischi specifici debbano essere sottoposti a sorveglianza sanitaria obbligatori; tali accertamenti preventivi e periodici sono a cura e a spese del datore di lavoro e sono eseguiti da parte di un medico competente nominato dall’azienda.
Il medico competente esprime il giudizio sulla compatibilità o meno allo svolgimento della mansione specifica di ogni singolo lavoratore, in altre parole emette un giudizio di idoneità alla mansione. Tale giudizio prevede venga emessa idoneità piena, idoneità parziale (temporanea o permanente con prescrizioni o limitazioni), inidoneità temporanea, inidoneità permanente.
 
Se il lavoratore, o anche il datore di lavoro, non è d’accordo con il giudizio espresso dal medico competente ha il diritto di chiedere una verifica da parte dell’organo di controllo della AULSS (SPISAL); la richiesta deve pervenire entro 30 giorni dalla data in cui si è ricevuta la comunicazione del giudizio espresso dal medico competente.
La domanda, in carta semplice, deve indicare i dati anagrafici dell’interessato e della ditta presso cui lavora, il motivo per cui si chiede l’intervento del Servizio:; è opportuno che venga allegata anche la copia del certificato di idoneità e la documentazione sanitaria personale (documentazione che in ogni caso dovrà essere presentata al momento della visita). Si precisa che la domanda può essere consegnata a mano o inviata per posta, consigliabile come raccomandata.
Il servizio attiva la procedura e chiede di acquisire documentazione dal parte della ditta o del lavoratore: il datore di lavoro (e il medico competente) o il lavoratore vengono invitati a fornire documentazione sulle mansioni svolte, sui relativi rischi e sulla sorveglianza sanitaria adottata. Tutto questo porta il soggetto ad essere visitato non prima di 20 giorni da tale richiesta.
Il lavoratore è convocato presso gli ambulatorio SPSAL - Dipartimento di Prevenzione, sede di Dolo e viene effettuata la visita medica collegiale, nel corso della quale potranno essere richiesti ulteriori accertamenti sanitari o visite specialistiche (senza alcun onere per il lavoratore); possono essere necessari anche sopralluoghi ispettivi presso il luogo di lavoro per accertare le condizioni di esposizione.
Il collegio esprime un giudizio di conferma, revoca o modifica rispetto al giudizio del medico competente, documento che viene trasmesso per raccomandata all’interessato, al datore di lavoro e al medico competente.
 

Orari

La richiesta si inoltra alla segreteria SPSAL - Dipartimento di Prevenzione, sede di Dolo, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
Per informazioni: Tel 041 5133955, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
 

Come usufruirne

Richiesta scritta indirizzata a “AULSS13, Dipartimento di Prevenzione – SPSAL, Riviera XXIX Aprile 2, 30031 Dolo (VE)
Richiedente: lavoratore o datore di lavoro
Per informazioni: segreteria tel. 041 5133955, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Voci correlate

 

Documenti scaricabili

Ultimo aggiornamento: 18-11-2015
Condividi questa pagina:
 
Ricerca nel sito
ulss3