La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info

Direzione Sanitaria

Il Direttore sanitario risponde al Direttore Generale del raggiungimento degli obiettivi e della gestione delle risorse assegnate. 
In particolare, all’interno del quadro definito dalla programmazione regionale con la l.r. n. 23/12, il Direttore Sanitario:

  •  coadiuva il Direttore Generale nella definizione e nella direzione dei servizi sanitari dell'Azienda;
  •  concorre alla direzione aziendale, formulando proposte e fornendo pareri obbligatori sugli atti relativi alle materie di competenza;
  •  partecipa attivamente alla programmazione aziendale mediante il sistema della negoziazione di budget con i responsabili delle tre strutture tecnico-funzionali primarie, (Distretto, Ospedale e Dipartimento di Prevenzione);
  •  sovrintende l'attività delle Aree e dei Dipartimenti sanitari a livello aziendale, secondo le modalità proprie del sistema di indirizzo e controllo, coordinandone l'attività e curando l'integrazione delle strutture organizzative e professionali rientranti nelle aree di propria competenza;
  •  persegue la qualità e l'appropriatezza delle prestazioni sanitarie con particolare riferimento:
    • ai percorsi assistenziali ed ai protocolli diagnostico-terapeutici;
    • alla verifica della appropriatezza prescrittiva e della corretta erogazione dei percorsi assistenziali
    • alla continuità assistenziale attraverso l'integrazione delle attività territoriali, ospedaliere ed ambulatoriali;
    • all'integrazione del sistema informativo relativo all'attività assistenziale e alla progettazione delle strutture sanitarie;
    • all'ammodernamento delle tecnologie sanitarie;
    • alla sperimentazione e alla ricerca;
    • alla valutazione e alla formazione degli addetti;
  •  presiede il Consiglio dei Sanitari;
  • presiede il Tavolo di monitoraggio aziendale previsto dalla Dgr n. 320/13;
  • collabora, per quanto di competenza, con il Direttore dei servizi sociali e della funzione territoriale ed il Direttore Amministrativo alle attività di elaborazione del Piano Attuativo Locale;
  • formula proposte al Direttore Generale per la nomina dei Responsabili delle Strutture organizzative e funzionali dell'Azienda di rilevanza sanitaria;
  • collabora nella predisposizione, per quanto di competenza, della relazione sanitaria annuale;
  • esercita nei confronti dei dirigenti il potere di impartire direttive sugli atti di loro competenza compresi quelli da attuare nell’ambito dell’esercizio del potere delegato; in caso di loro assenza, ne può temporaneamente assumere le veci sia nel ruolo di capo dipartimento che nelle responsabilità di direzione dell’unità operativa;
  • coordina l’attività dei dirigenti e controlla che le loro azioni, comprese quelle attuate nell’ambito dell’esercizio del potere delegato, siano coerenti con le disposizioni e gli indirizzi impartiti dalla direzione generale;
  • coadiuva il Direttore Generale nell’esercizio del potere di sostituzione in caso di assenza, impedimento o inerzia del dirigente nei confronti dell’esercizio del potere delegato.

Il Direttore sanitario svolge ogni altra funzione, ivi compresa l'adozione di atti a rilevanza esterna, attribuitagli dalla legislazione vigente, dal presente atto e dai regolamenti aziendali, ovvero su delega del Direttore Generale. 
Il Direttore sanitario, di sua iniziativa o su indicazione del Direttore Generale, può avocare a sé la trattazione diretta di affari che rivestano particolare rilevanza nel contesto delle competenze dell'area sanitaria, adottando tutti i correlati atti che si rendono di volta in volta necessari. 
In caso di assenza o impedimento del Direttore sanitario, le sue funzioni sono svolte temporaneamente da un direttore di Area o di Dipartimento, o da un altro dirigente nominato dal Direttore Generale su indicazione del Direttore sanitario stesso o, nell'impossibilità, sentiti i componenti la direzione generale.

Ultimo aggiornamento: 14-10-2015
Condividi questa pagina: