La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info

Esenzioni per Farmaci

La Legge Finanziaria per l'anno 2001 (Legge 23/12/2000, n. 388) ha introdotto significative novità in ordine alla eliminazione progressiva dei ticket sanitari. A decorrere dal 1° gennaio 2001 è abolita ogni forma di parteciapzione degli assistiti al costo delle prestazioni farmaceutiche relativi ai medicinali collocati nelle classi a) e b) di cui all'art. 8, comma 10, della Legge 24/12/1993, n. 537. Per forma di partecipazione si intende sia la quota fissa per partecipazione, sia il ticket precentuale previsto per i farmaci collocati nella fascia b). Sono esenti dalla quota fissa gli invalidi civili al 100%, i ciechi, i grandi invalidi del lavoro, gli invalidi di guerra, i grandi invalidi per servizio di 1a categoria.

Ticket applicato
2 € per confezione fino ad un massimo di 4 € per ricetta (anche per antibiotici monodose, medicinali somministrabili solo per fleboclisi, di cui sono prescrivibili fino a 6 confezioni per ricetta 
Per i farmaci non coperti da brevetto, inseriti nel sistema del rimborso di riferimento, qualora il medico prescriva un medicinale di costo più alto del prezzo di rimborso e indichi sulla ricetta la non sostituibilità del medicinale ovvero l’assistito rifiuti la sostituzione del medicinale più costoso con quello di prezzo più basso a totale carico del SSN, il cittadino, oltre alla quota fissa, paga anche ladifferenza con il prezzo di riferimento.

Non pagano la quota fissa di 2 € per confezione ne' la differenza tra il prezzo del farmaco e quello di rimborso:
Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata (3V1, 3V2)
Invalidi di guerra titolari di pensioni vitalizie (3G1, 3G2)
 
A - Soggetti totalmente esentati dalla partecipazione alla spesa farmaceutica
B - Esenzioni in caso di:
  • soggetti titolari di invalidità di guerra e titolari di rendita vitalizia. In questo caso si ha diritto alla fornitura gratuita anche dei farmaci in classe “C”.
  • invalidi vittime di atti di terrorismo e delle stragi di tale matrice e i familiari, inclusi i familiari dei deceduti, limitatamente al coniuge e ai figli e, in mancanza dei predetti, ai genitori. E' prevista l'esenzione dalla partecipazione alla spesa per ogni tipo di prestazione sanitaria e farmaceutica.
  • soggetti esenti per Malattia Rara.
 
Esenzione totale  
  • sono totalmente esentati dalla partecipazione alla spesa farmaceutica:
  • soggetti appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore ai 12.000,00 euro;
  • invalidi di guerra titolari di pensione vitalizie;
  • invalidi civili al 100%;
  • invalidi civili minori di anni 18 con indennità di frequenza;
  • ciechi ex art. 6 della L. 482/68;
  • sordomuti ex art. 7 della L. 482/68;
  • grandi Invalidi del lavoro;
  • invalidi per servizio di 1° categoria;
  • soggetti danneggiati da vaccinazione obbligatoria, trasfusioni, e somministrazioni di emoderivati;
  • vittime del terrorismo e della criminalità organizzata di cui alla Legge 206/2004;
  • vittime del dovere di cui al Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) 243/2006;
  • pazienti in trattamento con i farmaci analgesici oppiacei, nella terapia del dolore di cui all’articolo 43, comma 3 bis del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope di cui al DPR 9 ottobre 1999, n. 309 e successive modificazioni;
  • soggetti in possesso di esenzione per Malattia Rara in base al Decreto Ministeriale (DM) n. 279/2001;
  • soggetti in possesso di esenzione per patologia cronica invalidante in base al DM n. 329/99 e successive integrazioni e modificazioni;
  • perseguitati politici italiani antifascisti o razziali e loro familiari superstiti titolari di assegno vitalizio di benemerenza ex articolo 6, comma 2 della Legge 284/61 e articolo 3, comma 2, della Legge 261/67, che sono stati assimilati agli invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla 1° alla 5°.

ATTENZIONE:
Ai soggetti appartenenti a nuclei familiari con ISEE non superiore ai 12.000,00 euro il relativo attestato di esenzione (con codice 6R2) verrà rilasciato direttamente dai CAAF o dai Comuni convenzionati all’atto del calcolo dell'ISEE, qualora lo stesso non risulti superiore al previsto limite.

Esenzione per malattia rara
I Soggetti esenti per Malattia Rara, al momento godono di una esenzione generale. Hanno diritto cioè anche ai farmaci non correlati alla propria malattia compresi i farmaci di classe “C” che devono però essere erogati secondo le seguenti modalità:
 
  • specifica indicazione/prescrizione medica fornita dallo Specialista redatto dallo Specialista operante in un presidio regionale accreditato per le malattie rare, quindi non dal Medico di famiglia o Pediatra di Libera Scelta, (da presentare al Servizio farmaceutico dell’Azienda ULSS se emesso da centro di altra regione);
  • i farmaci potranno quindi esser prescritti sia dal Curante (Medico di famiglia o Pediatra di Libera Scelta) che dallo Specialista ospedaliero riportando nell’impegnativa dicitura “Malattia Rara ed il numero dell’autorizzazione” ed indicando il relativo codice di esenzione;
  • i farmaci saranno forniti direttamente dalle Farmacie territoriali con totale costo a carico dell’Azienda ULSS. Le impegnative relative a tali forniture dovranno essere tenute in separata evidenza. 

 
Modalità di erogazione dei farmaci correlati alle Malattie Rare neurologiche o metaboliche con prevalente interessamento neurologico:
  • Qualora un paziente affetto da una specifica malattia rara neurologica o metabolica a prevalente interessamento neurologico necessiti di uno dei farmaci previsti nelle tabelle approvate dalla Regione, verrà redatto un “Piano Terapeutico Personalizzato (PTP)” da parte dello specialista del presidio accreditato. Tale piano potrà essere redatto al momento della definizione diagnostica e certificazione del paziente o in qualsiasi altro momento successivo, quando esso si renderà clinicamente necessario. Il piano potrà essere redatto secondo le modalità, previste dalla Regione nelle citata deliberazione, unicamente attraverso il sistema informatizzato prodotto per la Regione e gestito dal Registro Regionale Malattie Rare, e non potrà avere una validità superiore ai 12 mesi e andrà quindi eventualmente rinnovato alla scadenza;
  • il Medico di famiglia o il Pediatra di Libera Scelta, alla presentazione di un Piano Terapeutico Personalizzato (PTP) valido da parte di un loro paziente ai fini della prescrizione con onere a carico del Servizio Sanitario Regionaledei farmaci di fascia C indicati nel PTP, redigono la ricetta attraverso ricettario regionale, indicando nello spazio apposito il codice di esenzione del paziente ed il numero del PTP. Tale ricetta non dovrà contenere prescrizioni di altri farmaci, indipendentemente dalla loro fascia di appartenenza;
  • Le Farmacie Territoriali dispensano i farmaci in fascia C in regime di esenzione totale dalla partecipazione per i soggetti affetti da malattie rare del gruppo neurologico o metabolico a prevalente interessamento neurologico, dietro presentazione di ricetta regionale riportante tutti i dati sopraccitati, unitamente al certificato rilasciato dal Medico certificatore di un presidio accreditato, attestante l’esenzione totale per i farmaci di fascia C (indicati come principi attivi); l’indicazione del numero del PTP e della durata (durata massima un anno); il codice di esenzione per Malattia Rara ed i dati del paziente. Sarà cura del Farmacista apporre sulla ricetta i fustelli delle confezioni erogate, così come avviene normalmente. Le ricette prescriventi i farmaci in fascia C da erogare gratuitamente ai pazienti con malattie rare e con specifico PTP vanno tenute a parte e consegnate al servizio farmaceutico dell’ASL competente; 
 
Modalità di erogazione dei farmaci correlati agli altri gruppi di malattie rare:
  • Attualmente le modalità per la concedibilità di farmaci appartenenti alla classe C restano quelle previste sopra.
Ultimo aggiornamento: 13-10-2015
Condividi questa pagina:
 
Ricerca nel sito
ulss3