La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > ICD - Impegnativa di cura domiciliare

ICD - Impegnativa di cura domiciliare

Con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 1338 del 30.7.2013 (B.U.R. n.72 del 20.8.2013) è stata approvata la programmazione delle prestazioni in materia di domiciliarità per le persone non autosufficienti istituendo le Impegnative di Cura Domiciliare – ICD.

In totale sono state previste 5 tipologie di ICD che possono essere richieste e ottenute attraverso una procedura basata su graduatorie per gravità di bisogno assistenziale e situazione economica rilevata con l’ISEE.
 
Cos’è l'ICD?
E’ un contributo erogato per l’assistenza delle persone non autosufficienti al proprio domicilio. Serve ad acquistare direttamente prestazioni di supporto e assistenza nella vita quotidiana, ad integrazione delle attività di assistenza domiciliare dell’ULSS e dei Comuni. 
 
A chi sono rivolte le 5 tipologie di ICD?
Fermo restando quanto disposto dalla D.G.R. n. 1338/13 e dalla successiva D.G.R. n. 164/14 sulle tipologie di ICD, sui requisiti specifici necessari per la richiesta e sui contributi erogati si precisa che:
1.  ICDb sono rivolte a utenti con basso bisogno assistenziale, corrispondenti agli utenti previsti dalla LR 28/91, i cui bisogni sono rilevati nell'ambito della rete dei servizi sociali e, per la parte sanitaria, dal Medico di Medicina Generale. Il contributo mensile può arrivare fino ad un massimo di 120,00€.
2.  ICDm sono rivolte a utenti con medio bisogno assistenziale, corrispondenti agli utenti con presenza di demenze di tutti i tipi accompagnate da gravi disturbi comportamentali o con maggior bisogno assistenziale rilevabile dal profilo SVaMA. Il contributo mensile può arrivare fino ad un massimo di 400,00€.
3.  ICDa sono rivolte a utenti con alto bisogno assistenziale, corrispondenti a persone con disabilità gravissime e in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continua nelle 24 ore.
4.  ICDp sono rivolte a utenti con grave disabilità psichica e intellettiva; questa tipologia di ICD assorbe e riunisce in un'unica fattispecie le specifiche forme assistenziali contenute nella DGR n. 1859/06 in materia di interventi di promozione dell'autonomia personale e di aiuto personale.
5. ICDf sono dedicate a utenti con grave disabilità fisico-motoria; questa tipologia di ICD è destinata a persone in età adulta, con capacità di autodeterminazione e grave disabilità fisico-motoria, ed assorbe i progetti di vita indipendente.
 
A chi si richiede l’ICD? (elenco referenti comunali)
 
  ICDb ICDm ICDa ICDp ICDf
Punto di accesso dove presentare la domanda Comune Comune Comune o serv
Disabilità AUlss
serv Disabilità
AUlss
serv Disabilità
AUlss
Responsabilità di inserimento domanda Comune Comune Distretto AUlss
serv Disabilità
Distretto AUls
serv Disabilità
Distretto AUlss
serv Disabilità
 
Chi paga l’ICD?
Le Impegnative di cure domiciliari sono erogate sulla base di una graduatoria unica aziendale con una sezione per ciascuna tipologia.
Il diritto all’ICD sorge solo dalla data di assegnazione delle impegnative libere e non dalla data di presentazione della domanda. L’ICD dura 12 mesi dalla data di emissione.  
 
  ICDb ICDm ICDa ICDp ICDf
Responsabile del pagamento Comune Comune AUlss AUlss AUlss
Unità di misura del contributo mensile mensile mensile mensile mensile
Frequenza di pagamento semestrale trimestrale mensile trimestrale trimestrale

 
PER ULTERIORI INFORMAZIONI VISITA IL SITO INTERNET DELLA REGIONE VENETO: 
www.regione.veneto.it (percorsi – sociale – non autosufficienza)
 
Oppure rivolgiti ai Servizi Sociali del Comune di Residenza
 
 
Ultimo aggiornamento: 16-10-2015
Condividi questa pagina:
 
Ricerca nel sito
ulss3