La tua ULSS cambia nome In seguito alla riorganizzazione della
sanità in Veneto, dal 1 gennaio 2017
ULSS12, ULSS13 e ULSS14 si uniscono nella nuova ULSS 3 Serenissima
I cookie ci aiutano a migliorare la vostra esperienza di navigazione. Continuando ad utilizzare il sito internet fornite il vostro consenso al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Accetto Info
> > Mercoledì 31 maggio: Giornata Mondiale senza Tabacco

Mercoledì 31 maggio: Giornata Mondiale senza Tabacco

mercoledì 31 Maggio 2017
IMG_4112.JPGL’Ulss 3 Serenissima aderisce alla Giornata Mondiale senza Tabacco, promossa il 31 maggio di ogni anno dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, al fine di ricordare che non è mai troppo tardi per smettere di fumare: nel caso del fumo di sigaretta, infatti, basta cambiare le proprie abitudini, per stare meglio, guadagnando persino anni di vita. Il fumo di tabacco è la prima causa di morte prevenibile – smettere di fumare dipende dal cambiamento dello stile di vita – ed è il quarto fattore di rischio di malattie correlate (malattie cardiovascolari e respiratorie, tumori). Una sigaretta è formata da 4000 sostanze, di cui una ventina altamente tossiche; nel tabacco, inoltre, c’è la nicotina che crea la medesima dipendenza di una droga come la cocaina. Il tabacco causa anche gravi conseguenze sulla salute delle persone esposte passivamente al fumo. Proprio perché il fumo crea dipendenza, esistono delle attività e dei servizi messi in campo dalla Ulss 3 nei vari suoi Distretti (Venezia e Mestre – Mirano Dolo – Chioggia), sia a livello ospedaliero che territoriale, finalizzati sia alla prevenzione che alla cura. 
 
Tutti gli Ospedali e i Distretti da qualche anno hanno aderito ad un programma regionale conosciuto come “Azienda libera dal fumo”: in questa ottica sono stati realizzati dei cartelli di divieto di fumo e di materiale divulgativo per la popolazione. Viene promossa la formazione e supporto della rete degli operatori addetti a far rispettare il divieto di fumo in tutte le strutture sia ospedaliere che territoriali della Azienda: è stato redatto un regolamento aziendale con il quale il divieto fumo è esteso anche alle sigarette elettroniche e previsto, oltre che all’interno di tutti i locali, anche negli spazi aperti di pertinenza dell’Ulss.  
L’Ulss 3 inoltre è il capofila del programma regionale del Trattamento del Tabagismo di cui fanno parte gli ambulatori sottodescritti. Nel sito www.smettintempo.it, i cittadini possono trovare consigli per smettere di fumare e informazioni a chi rivolgersi per un aiuto. Sono attivi nel territorio gli Ambulatori Trattamento Tabagismo.
 
Venezia e Mestre: il Centro Trattamento Tabagismo del Ser.D. dell’Ulss 3 è punto di riferimento regionale per questa dipendenza: coordina gli Ambulatori specialistici che operano in Veneto, la formazione degli operatori, la ricerca e la sperimentazione di nuovi processi terapeutici.
A Mestre, in via Calabria 13, opera l’Ambulatorio Trattamento Tabagismo: gli utenti possono aderire telefonando allo 041.2608220, senza necessità di prescrizione. Le terapie sono gratuite, e gli specialisti dell’Ambulatorio provvedono ad un inquadramento diagnostico, ad un piano terapeutico individuale, ad un’assistenza personalizzata. Il supporto offerto all’utente che intende smettere è di carattere medico, psicologico, di educazione sanitaria complessiva.
Il Centro Trattamento Tabagismo organizza inoltre due volte all’anno un percorso di gruppo che permette a chi lo frequenta di uscire dalla dipendenza da fumo attraverso un cammino di più incontri di gruppo, in orario serale, organizzati e condotti da operatori specializzati. 
 
Chioggia: da alcuni anni è attivo un ambulatorio specialistico dedicato al trattamento del tabagismo presso il poliambulatorio dell’Ospedale di Chioggia in sinergia tra l’U.O. Cardiologia e l’Associazione Cuore Amico.
Ad occuparsi dell’ambulatorio trattamento tabagismo è un’équipe multiprofessionale composta da un medico, una psicologa e una infermiera al fine di fornire al fumatore un intervento individualizzato. Il cittadino che desidera smettere di fumare deve munirsi di una impegnativa del proprio medico curante o del medico specialista su cui sarà indicato “Prima visita per trattamento del tabagismo”. Per maggiori informazioni è possibile anche inviare una mail ad: ambfumo@asl14chioggia.veneto.it
Circa due anni fa, per sensibilizzare la popolazione a smettere di fumare, anche nell’area esterna all’Ospedale, il Ser.D insieme al Dipartimento di Prevenzione della Azienda ha dato avvio a tutta una serie di iniziative come le sagome che rappresentano gli angeli “custodi della salute” (dipendenti ritratti a figura intera con le ali da angeli), e un flash mob con gli studenti. 
 
Mirano Dolo: per smettere di fumare è attivo un ambulatorio a Dolo, con il coinvolgimento di operatori esperti della UOC di Pneumologia e del Servizio per le Dipendenze (SerD) e un altro a Noale, con il coinvolgimento di operatori esperti della UOSVD Cardiologia Riabilitativa (UOC Medicina dello Sport). Il SerD di Dolo è poi attivo con gruppi di trattamento e sostegno. Il Distretto ha aderito a una serie di progetti regionali rivolti alle scuole per la prevenzione dell’iniziazione e della continuazione del fumo di sigarette per gli studenti delle elementari, medie inferiori e superiori. 
Nell’ambito delle attività collegate alla giornata mondiale di lotta al tabagismo domani 31 maggio 2017 è stata prevista la premiazione delle 4 classi i cui disegni/slogan si sono classificati nelle prime posizioni all’interno del concorso “Smoke Free Class 2017”: classe 2^B  Scuola Media “A. Martini” Peseggia -  Scorzè; classe 2^BScuola Media “Petrarca” Borbiago – Mira; classe 1^B Scuola Media “Gramsci” – Camponogara; classe 2^A Scuola Media “Galilei”- Fossò. Tutti i disegni presentati quest’anno sono stati esposti in una mostra itinerante nei tre presidi ospedalieri di Noale (marzo), Mirano (aprile) e Dolo (maggio). Per il prossimo anno è intenzione allargare la partecipazione al concorso anche alle scuole dei distretti del Veneziano e di Chioggia, esponendo poi gli elaborati anche negli Ospedali di Mestre e di Chioggia.
.
Condividi questa pagina:
Ricerca nel sito
ulss3